Corsi per adolescenti: ideazione e realizzazione di un brano rap | Pro Grigioni Italiano

Corsi per adolescenti: ideazione e realizzazione di un brano rap

Articolo - Corsi per adolescenti: ideazione e realizzazione di un brano rap

Quali generi musicali piacciono, oggi, alle/agli adolescenti? Quanto attentamente analizzano le parole utilizzate nei brani che ascoltano? Se avessero a disposizione cinque giorni di tempo, un musicista professionista e una sala di registrazione, che tipo di canzone scriverebbero e quale tema sceglierebbero?

È a partire da queste domande che la Pgi Moesano ha promosso, in collaborazione con la Direzione e le/i docenti delle scuole secondarie SEC/SAP, un laboratorio di scrittura musicale: accompagnati da un musicista professionista, le allieve e gli allievi hanno avuto l’opportunità di realizzare un brano rap inedito, registrandolo in uno studio professionale e accompagnandolo con un video musicale. 

Nel corso del progetto i ragazzi hanno dapprima approfondito le loro conoscenze sulla storia del rap, dalle sue origini quale forma autobiografica alle diversificazioni attuali, per poi dedicarsi alla fase di  elaborazione del testo e alla raccolta delle immagini. 

Attraverso questo laboratorio si è voluta promuovere la lingua italiana, rendendola protagonista di un genere musicale spesso dominato dalle lingue straniere e permettere ai ragazzi di raccontarsi in modo partecipativo, grazie ad un prodotto audio-visivo nato e sviluppatosi con loro.

Il risultato è un’opera creativa, collettiva e inedita, che rispecchia la voce e la visione del mondo dei suoi autori.


Ringraziamo le Direzioni scolastiche della SEC/SAP e le allieve/gli allievi per aver aderito con entusiasmo al progetto; grazie inoltre a Patrick Fresca di Eden of Art per l’incredibile supporto ricevuto.

Buon ascolto e visione a tutte/i voi!

Canzone rap_2

Canzone rap_15

Eco sui Media

Il contributo di Margherita Gervasoni su Il Grigione Italiano (28.10.2021) è disponibile qui:

Il Grigione Italiano

Galleria fotografica

Bild
Bild
Bild
Bild
Bild
Bild
Bild
Bild
Bild
Bild
Bild
Bild