Niente di Lirico
Stampa, Palestra, sabato 2 novembre 2019, ore 20.00

Niente di lirico coloriUn Primo Levi diverso, malinconico ma non tragico, pieno di vita e di curiosità. Una serata speciale, con l'accompagnamento di Pabuda, per ascoltare le poesie della raccolta "Niente di lirico" in occasione dei cento anni dalla nascita dello scrittore.  

In occasione del centenario della nascita di Primo Levi (1919), La Pgi Bregaglia è lieta di proporre uno spettacolo dedicato alle sue poesie. La manifestazione si terrà sabato 2 novembre presso la palestra di Stampa, alle ore 20.

“Niente di lirico” è l’espressione con cui Levi definisce il proprio stile poetico. 
Per Primo la nascita di una poesia è un processo sempre indecifrabile; allo stesso tempo, egli considera l’espressione poetica in generale uno “strumento portentoso di contatto umano”.
Nell’ esperienza di Pabuda, oltre al piacere che suscita la bella scrittura, alle riflessioni che stimola la sensibilità di Levi per la condizione umana, per la natura e per le piccole cose della vita quotidiana, è stata proprio questa potenzialità di “contatto” a spingere verso le poesie di Primo Levi. Ora il desiderio è di riproporle per celebrare il suo centesimo compleanno. Pabuda leggerà una selezione di testi tratti da “Ad ora incerta” e alcune sue composizioni dedicate al Nostro, accompagnato dalle musiche originali di Mariangela Tandoi eseguite dal vivo. 
 
Gli artisti: 
 
Paolo Buffoni Damiani (Pabuda): poesie e voce recitante. 
Poeta e autore di storie brevi, studioso di Primo Levi e appassionato di jazz e collage, dai primi anni Duemila realizza reading poetici e letture sceniche, presentando testi propri e altrui. 
 
Mariangela Tandoi: composizioni e pianoforte. 
Diplomata in pianoforte e in jazz, suona, compone e arrangia per teatro e varie formazioni jazz. Tra le diverse collaborazioni con formazioni e artisti: Tantrio+1, Milano Music Collective, Fonterossa Orchestra, la Fabbrica dei Botti. “Trio in 3” è la formazione con cui dal 2019 propone le sue musiche originali in un nuovo arrangiamento cameristico.  
 
Marco Franceschetti (Cesc): sax.
Sassofonista, improvvisatore informale, ha una lunga esperienza nella realizzazione di reading con musiche originali; i suoi impegni recenti spaziano dal bolero sudamericano al jazz e al rock.
 
Lucio Paciello: basso elettrico. 
Musicista eclettico, bassista specializzato nel sofisticato repertorio del rock progressivo (King Crimson), recentemente attivo con la band Talking Drum. 

Locandina